La pelle prima di tutto

Un bel corpo non è solo il risultato armonico delle sue forme ma un mix di colori e salute che traspare prima di tutto dalla pelle, la parte più esterna e immediatamente visibile.

Avere una pelle sana è infatti il primo passo per sentirsi bene con se stessi e in mezzo agli altri.

La pelle costituisce il tegumento, un argano di superficie continua del nostro corpo e, data la sua estensione e posizione collocata esternamente, è a diretto contatto con gli agenti esterni e ne regola gli scambi.

Essa è composta da più strati:

  • Sottocute o Ipoderma: è il tessuto adiposo che si trova sotto il derrma

  • Derma: è un tessuto connettivo composto

w_fianco_gocce_acqua_

principalmente da collagene, elastina ed è sede di recettori sensitivi, vasi sanguigni, follicoli, ghiandole sudoripare, cellule immunitarie.

  • Epidermide: è lo strato più esterno della cute, composto principalmente da melanociti, che trasferiscono la melanina ai cheratinociti; cheratinociti, che proteggono la pelle da aggressioni esterne e dalla disidratazione, cellule di Langerhans, che individuano gli antigeni, le cellule di Markel che recepiscono le variazioni di pressione sulla pelle. Epidermide e derma assieme compongono la pelle.

Le sue principali funzioni sono:

  • Protettiva: la pelle regola gli scambi con l’ambiente e previene la disidratazione, i danni dai raggi UV, da microrganismi esterni al nostro corpo, da attacchi meccanici, fisici o chimici.

  • Termoregolatrice: regola il calore corporeo trattenendolo, grazie all’adipe sottocutaneo, o sprigionandolo tramite la sudorazione.

  • Sensoriale: tramite recettori sensibili al tatto, al calore, alla pressione e al dolore è in grado di trasmettere informazioni tra l’ambiente circostante e il nostro corpo.

  • Metabolica: la vitamina D, indispensabile per le nostre ossa, viene sintetizzata nell’epidermide. Sotto la cute, inoltre, si accumulano le riserve di adipe, una grande fonte di energia. – Osmotica-emuntoria: regola il riassorbimento dell’acqua, gli elettroliti, l’uremia.

Come tutti gli altri organi, la pelle va curata e trattata con riguardo, utilizzando prodotti delicati e specifici per il proprio tipo di cute.

w_pelle_gocce_acqua_

La pelle secca necessita di prodotti per la detersione privi di alcol, che ne incrementano l’aridità, e va ben idratata.

La pelle grassa, contrariamente a quanto si pensa, non va pulita troppo aggressivamente in quanto la risposta immediata della cute sarebbe un incremento della produzione di sebo. Con costanza va ricostruito l’equilibrio con detergenti e creme che delicatamente puliscono dall’eccesso di unto, senza disidratare. È bene poi utilizzare una crema dalla texture leggera, mattina e sera. La pelle sensibile è soggetta a irritazioni e allergie e quindi richiede una scelta molto accurata dei prodotti che si utilizzano per la sua cura, che devono essere delicati, poco schiumogeni e privi di allergeni.

La pelle mista è composta da tratti di pelle grassa, localizzati nella zona a T (fronte, naso, mento) e tratti di pelle secca, generalmente contorno occhi e guance. Può essere inoltre presente dell’acne e necessita di cure con prodotti che ne ristabiliscano l’equilibrio. Sicuramente sono da evitare lavaggi eccessivi e prodotti troppo sgrassanti.

Per quanto riguarda la pelle normale, è bene mantenerla in buona salute con una pulizia quotidiana delicata e una buona idratazione con creme non troppo grasse e untuose.

Condivi con