Ombretto, quello che c’è da sapere


Cos’è e come si applica:

L’ombretto è un cosmetico utilizzato per conferire allo sguardo luminosità e sensualità tramite accostamenti di colori, luci e ombre.
Esistono diversi tipi di ombretto: opachi, perlati e satinati che si possono miscelare tra loro e applicare sia asciutti che umidi.
w_ombretto_dettaglio_È consigliabile avere almeno 12 tonalità di ombretto per realizzare un makeup differenziato a seconda delle circostanze.

Cosa c’è in commercio:

ombretto in polvere: i più usati perché di facile applicazione; aderiscono bene alla pelle, tengono di più e possono essere facilmente ritoccati. Sono prodotti in una gamma vastissima di tonalità.
ombretto in crema (in stick o in vasetto): oggi meno usati che nel recente passato, si stendono facilmente ma altrettanto facilmente tendono a sbavare. Per ovviare a questo inconveniente, vanno fissati con della cipria trasparente.
ombretto fluido: si presentano in confezioni simili a quella dell’eye liner, si stendono con l’opportuno applicatore e si sfumano con il pennello.

Come scegliere il colore:

w_ombretti_palette_dett_Più che in base all’abbigliamento, la scelta del colore va effettuata secondo le tue caratteristiche personali: colore della pelle, colore degli occhi e dei capelli.

Se hai gli occhi chiari prediligi colori scuri che li facciano risaltare. Al contrario, se hai gli occhi scuri, evita i toni freddi, il verde, il grigio.

È opportuno che tu abbia i colori base: due gradazioni di colori neutri, una chiara per la palpebra superiore dell’occhio e l’arcata sopraccigliare (esempio avorio, perla, rosa) e una scura per la piega palpebrale e il contorno occhi (es marrone, nero, grigio fumo). Per personalizzare il makeup puoi aggiungere altri colori da miscelare a quelli base, con una scelta accurata.

Con l’aiuto dell’apposito pennello (numero 8), o spugnetta, si stende l’ombretto chiaro sulla palpebra superiore e l’arcata sopraccigliare, per conferire luminosità.

Sulla piega palpebrale stendere l’ombretto scuro, partendo dall’esterno verso l’interno, e sfumando bene.
Disegnare il contorno occhi con l’ombretto scuro.

Alcuni suggerimenti:

• per un makeup più vivido e duraturo puoi utilizzare l’ombretto da bagnato. Inumidisci il pennello, preleva la quantità di prodotto dal dispenser e parocedi all’applicazione picchiettando sulla palpebra anziché tirare. In questo modo il trucco si fisserà di più e sarà più duraturo.
Evita inoltre di truccare la piega della palpebra, vedrai formarsi antiestetiche riche dovute all’accumulo del colore.

w_ombretto_palette_dett2_

• nello stesso make up non utilizzare più di tre tonalità diverse e ricordati di sfumare con cura i colori.

• se hai gli occhi chiari puoi metterli in risalto utilizzando dei colori scuri o con un makeup smoky eyes. Se hai gli occhi blu, anche un ombretto della stessa tonalità può donarti.

• se gli occhi hanno qualche grinza dovuta all’età, non utilizzare ombretti perlati e satinati che accentuano le imperfezioni.

• se hai applicato il mascara prima dell’ombretto o se sei è depositato del prodotto sulle ciglia, rimuovilo con il pettinino asciutto e stendi un altro velo di mascara, stando molto attenda a dosare la quantità di prodotto.

• Se hai gli occhi infossati, usa sulla metà bassa della palpebra un ombretto chiaro e molto luminoso, mentre nella metà alta ne stenderai uno scuro che andrà allargandosi verso l’angolo esterno dell’occhio. Concluderai l’operazione utilizzando, sotto l’arcata sopraccigliare, un ombretto di tonalità opaca , più scura di quella del fondotinta.

• Se hai gli occhi sporgenti, evita gli ombretti perlati e iridescenti che accentuano le sporgenze e utilizza un ombretto scuro su tutta la palpebra.


Condivi con