NAD, scoperta la molecola ringiovanente

È dovuta ai ricercatori della Harvard Medical School la scoperta di una molecola, il NAD, in grado di far ringiovanire i muscoli dei mammiferi di circa quaranta anni.

w_anziani_su_panchina_lampione_

Attualmente la sperimentazione è effettuata su topi li laboratorio che dimostrano una buona risposta alla somministrazione della molecola e, entro il 2015, dovrebbe partire la sperimentazione clinica che potrebbe aprire le strade a nuove importanti scoperte.

La scoperta che è stata fatta circa l’invecchiamento umano riguarda il rapporto di comunicazione tra il nucleo e i mitocondri delle nostre cellule.

Col passare degli anni questa comunicazione viene a mancare e le cellule divengono, così, più fragili e vulnerabili alle infiammazioni. Anche il metabolismo ne risente, rallentando il suo naturale ritmo. Durante il processo di invecchiamento, mentre accade questa trasformazione nel nostro corpo, la molecola coinvolta nel processo di riparazione cellulare viene sempre più a mancare.

Questa molecola è il NAD (nicotinammide adenina dinucleotide) e l’attuale sperimentazione consiste quindi nella sua somministrazione in laboratorio. I risultati finora ottenuti evidenziano che i muscoli dei topi utilizzati per la ricerca ritrovano tono, anche se non si evidenzia un aumento della forza muscolare.

Questi risultati, anche se riguardano una singola sfera del processo dell’invecchiamento, sono molto importanti per i futuri risultati che potrebbero dare.

Continuando la sperimentazione si potrebbero giungere a conclusioni significative per risolvere altri problemi correlati al processo di invecchiamento.

Condivi con