L’elasticità della pelle

La pelle non è solo l’organo più grande del corpo umano; ma è anche il nostro biglietto da visita, è lo specchio del nostro benessere psico-fisico, dove si manifestano la nostra età, il nostro stile di vita e le nostre abitudini alimentari. La pelle rivela chi siamo veramente e poterla esibire sempre sana e luminosa è il sogno di tutte le donne (e anche dei maschietti). Tuttavia, il sogno non è difficile da realizzare, serve solo impegno costante, quotidiano e mirato con piccoli ma fondamentali accorgimenti. Prima di tutto, sappiamo cos’è veramente la pelle?

w_Ambro_sdph_ragazza_nuda_seduta_fronte_fiori_

Più di cento anni fa il famoso patologo Rudolph Virchow descriveva la cute come un rivestimento protettivo per i più delicati e complessi organi interni. A quel tempo si riteneva che la cute fosse una barriera passiva contro la disidratazione e gli insulti meccanici. Tuttavia, negli ultimi trent’anni, i progressi scientifici sono stati enormi e si è dimostrato che la cute è un organo molto complesso, che risponde in maniera specifica a seconda degli stimoli che riceve.

Lo spessore della pelle è variabile da 0.5 mm delle palpebre a 3-6 mm nelle regioni palmoplantari. Le variazioni sono legate o a fattori intrinseci, per cui si trovano normalmente zone a maggiore o minore spessore, oppure possono essere determinate da fattori individuali, professionali e ambientali come succede a seguito di continuate azioni meccaniche che portano alla formazione delle cosiddette callosità della pelle.

Dalla superficie in profondità, la cute è formata dall’epidermide, dal derma che può essere diviso in uno strato superficiale (detto derma papillare) costituito da un intreccio di fibre di collagene e uno più profondo (detto derma reticolare) formato da grossi fasci di collagene paralleli alla superficie cutanea. Nel derma sono presenti anche le fibre elastiche che, nella parte profonda, raggiungono maggiori dimensioni. Infine, è presente l’ipoderma, che è costituito da tessuto connettivo lasso contenente numerosi adipociti.

Dopo questa parentesi anatomica, cerchiamo di capire quali sono gli accorgimenti che ci possono aiutare a mantenere una pelle bella e luminosa, che rispecchi la nostra salute psico-fisica.

Innanzitutto, l’elasticità è un requisito fondamentale della cute che le permette di adattarsi continuamente ai processi di crescita e fisiologica modificazione del corpo. Quando la pelle è sottoposta a trazione si tende, ma la tensione della cute non è uguale in tutte le direzioni e dipende dall’organizzazione delle fibre di collagene ed elastiche presenti nel derma. Pertanto, se si riduce la componente elastica e aumenta quella fibrosa, così come se si riduce il ricambio cellulare, il derma si assottiglia, le fibre di collagene diventano più rigide e non sono più in grado di contrastare la forza di gravità, causando una riduzione dell’elasticità della pelle che è la principale responsabile della formazione di increspature cutanee e di rughe. Pertanto, per preservare una pelle elastica e, quindi, una pelle bella dobbiamo impegnarci quotidianamente a:

  • w_ stockimages_fdph_ragazza_nuda_profilo_corpo_proteggere sempre la pelle (anche in inverno) dai raggi solari per prevenire il fenomeno del photoaging: col tempo, infatti, la pelle non è più in grado di riparare i danni provocati dal sole e va incontro ad un ulteriore danneggiamento delle fibre collagene ed elastiche. Durante l’esposizione al sole cercate di evitare le ore più calde (dalle 11 alle 16), indossare anche cappello ed occhiali, così come un lucidalabbra protettivo; 
  • ridurre lo stress, abolire il fumo e l’alcool che agiscono negativamente sulla pelle a causa dei danni ossidativi;
  • contrastare la perdita di elasticità cutanea con trattamenti antiage non invasivi e specifici per l’età, cercando di attenuare la presenza delle rughe e garantendo una corretta idratazione cutanea anche in menopausa quando il collagene si riduce del 30% nei primi cinque anni dalla cessazione del ciclo mestruale;
  • seguire uno stile di vita sano ed equilibrato riducendo i grassi e preferendo una dieta ricca di vitamine e minerali che mantengono la pelle fresca e luminosa.

Piccoli gesti quotidiani che, nel tempo, ci consentono di mantenere una pelle tonica, elastica, naturalmente bella e sana.

Foto in alto a sinistra: da Ambro per www.freedigitalphotos.net
Foto in basso a destra: da stockimages per www.freedigitalphotos.net
Condivi con