Strumenti di giovinezza, il peeling brasiliano

w_fdp_posterize_volto_limpido_

Con il passare del tempo i tessuti tendono a cedere perdendo di elasticità e sul volto appaiono le prime temutissime rughe. In diversi modi, però, è possibile migliorare il proprio aspetto e attenuare qualche segno dell’età e un valido sistema di ringiovanimento, senza ricorrere al bisturi e alla chirurgia tradizionale, è il peeling brasiliano.

Una combinazione di acidi salicilico, lattico e glicolico, il peeling brasiliano è in grado di rallentare l’invecchiamento della pelle stimolando il rinnovamento cellulare dello strato più superficiale e la produzione di collagene, donando un visibile aspetto fresco e luminoso al volto. Il trattamento deve essere effettuato da uno specialista in ambulatorio e avviene a pelle struccata e pulita.

Si applica quindi una soluzione all’acido glicolico, che verrà sciacquata dopo una decina di minuti, allo sopo di preparare la pelle al trattamento di esfoliazione. Subito dopo si applica il peeling vero e proprio e lo si lascia agire per qualche minuto. A seguire una maschera con principi attivi idratanti e vitamina C che donerà turgore e compattezza alla pelle e per concludere una crema idratante. Il risultato sarà una pelle più giovane, compatta, luminosa, priva di rossore.

Per mantenere il risultato nel tempo si consiglia di ripetere il trattamento una volta al mese, in modo da garantire un costante rinnovamento cellulare, avendo cura di evitare i mesi estivi più caldi come Luglio e Agosto, quando i raggi del sole sono più aggressivi.

Foto: Posterize per www.freedigitalphotos.net
Condivi con