Rimedi contro la pelle grassa e con problemi di sebo

È risaputo, nel periodo adolescenziale a livello fisico e ormonale avvengono diversi cambiamenti che, nella maggior parte dei casi, si ripercuotono sulla pelle a causa di una maggiore produzione di sebo e dall’ispessimento della superficie cellulare che riveste le ghiandole.

Brufoli_wAmbroFDP_0Ne consegue la comparsa di punti neri o bianchi e brufoli, più o meno grandi. Spesso questa condizione tende a regredire spontaneamente ma, in alcuni casi, si rende necessaria una terapia specifica in quanto i brufoli sono grandi e dolenti e fanno fatica a scomparire.

La prima regola è sicuramente quella di non toccare la pelle con le mani sporche e di non cercare di grattare o spremere il brufolo a mani nude o, peggio ancora, con le unghie, veicolo di moltissimi germi! È quindi necessaria un’accurata detersione del viso con prodotti che possano riequilibrare il ph e l’eccesso di sebo, senza però seccare altrimenti si otterrebbe solo l’effetto contrario!

A questo si possono abbinare alcuni trattamenti ambulatoriali come il peeling chimico, utile e rimuovere lo strato superficiale dell’epidermide promuovendo il rinnovamento cellulare con un conseguente miglioramento generale della zona trattata. Quando anche con questi sistemi non si riesce a debellare il problema, allora si può ricorrere a una cura antibiotica sotto supervisione medica.

Foto: Ambro per freedigitalphotos.net
Condivi con