Make up d’estate, less is more!

L’estate è forse la stagione più problematica quando si parla di make up, sia per il clima che per i naturali cambiamenti della pelle che deve adattarsi all’ambiente esterno. Sudore, azione dei raggi uv, lucidità da iperproduzione di sebo sono i principali nemici del trucco in questa stagione.

Alcuni decidono di rinunciare ai cosmetici almeno per quanto riguarda la base viso, e diversi truccatori lo consigliano. Per me invece è sufficiente scegliere i prodotti giusti e affidarsi al motto “Less is more”, l’essenziale è meglio, traducendo il concetto.

Il primo step deve essere la protezione dai raggi solari, sia in presenza di fototipo chiaro che scuro, e l’idratazione. Bisogna iniziare con una skincare a base di creme leggere, idratanti e con fattore di protezione variabile a seconda delle esigenze. Importantissimo è bere regolarmente per mantenere una corretta idratazione interna.

Di grande aiuto possono essere le veline sebo-assorbenti, da tamponare sul viso sia prima che dopo il make up per assorbire l’eccesso di lucidità e sebo. w_makeup_estivoL’acqua termale è un altro alleato per mantenere la pelle fresca, idratata e nutrita grazie ai principi attivi contenuti nel prodotto. Io consiglio soprattutto di tenerla in un luogo molto fresco (ideale il frigorifero), oppure di usare un tonico all’acqua di rose (meglio se fatto in casa) sempre fresco; vaporizzando questi prodotti sul viso accaldato si faciliterà la chiusura dei pori con un gradevole effetto tensore e anti-lucido.

Il secondo step riguarda la scelta dei cosmetici per la base. Di giorno si può sostituire il fondotinta con una crema colorata (CC cream o BB cream), leggera, da applicare preferibilmente con le mani  perché si ottiene un risultato più naturale e il prodotto aderisce bene.

Ci sono pelli grasse che soffrono di forte lucidità in estate, ma abbondare con la cipria non fa altro che impastarsi nel sudore e nel sebo creando un effetto gessato e farinoso. La sera si può tornare al fondotinta scegliendo quello minerale, da usare sia asciutto che bagnato. Utile anche di giorno al posto della cipria, sia bagnato che mescolato ad una crema viso non colorata. 

Per gli occhi suggerisco di optare di giorno su un colore chiaro e luminoso nella palpebra mobile e di bordare la rima con matite waterproof su toni più vivaci o intensi. La sera si può passare a ombretti dal finish shimmer o satinato.

Le labbra e le guance sono perfette “glossate”, l’effetto si ottiene facilmente con prodotti cremosi bagnati o liquidi.

Condivi con